Semplici regole per una facciata moderna e funzionale

Vivere in un attico può essere il top – o un flop
03/07/2018

Le nuove tecnologie e i nuovi materiali hanno reso necessario un nuovo approccio alla progettazione delle facciate – gli involucri delle nostre abitazioni – implicando così importanti cambiamenti nella costruzione degli edifici.
Le facciate, sempre più audaci, si caratterizzano infatti per un valore estetico sempre maggiore.
Nella progettazione della casa dei nostri sogni, abbelliamo le facciate con vetro, pietra, legno, nonché con pitture e finiture colorate. Tuttavia, l’aspetto estetico di un edificio ha ben poco a che fare con una buona qualità della vita indoor. Soprattutto se i materiali installati non contribuiscono a un valore funzionale soddisfacente.

Cosa possiamo fare per evitare errori?
Consideriamo, ad esempio, il rivestimento di vetro. Il vetro si comporta in modo eccellente quando si tratta di fornire luce e raggi solari agli spazi abitativi interni. In più, ci protegge dalla pioggia e dal vento. D’altra parte, però, i rivestimenti in vetro non fanno un buon lavoro quando si tratta di mantenere la temperatura interna desiderata, calda o fredda che sia. Al contrario, il rivestimento in vetro ci sottopone a temperature estreme che deteriorano notevolmente le nostre condizioni di vita indoor.

Cosa significa questo?
Semplicemente che né le pitture o le finiture né il vetro o altri rivestimenti moderni sono automaticamente isolanti termici. Indipendentemente dal fatto che abbiamo rivestito il lato esterno della nostra abitazione con uno strato, questo strato non contribuisce automaticamente a migliorare in modo significativo la qualità della vita indoor. Possiamo confrontare l’effetto di questo strato indossando un cappotto invernale in estate o passeggiando sulla neve con una t-shirt.

Pitture, finiture, vetro, pietra e altri moderni materiali di rivestimento non sono automaticamente isolanti termici. Migliorano l’aspetto della casa, ma da soli non contribuiscono a una buona qualità della vita indoor. “

Pertanto, la progettazione di una facciata non riguarda solo il suo aspetto. Dovremmo piuttosto considerare la facciata come un sistema che ci proteggerà dalle influenze ambientali. Se vogliamo evitare il verificarsi di ponti termici, è cruciale che ogni elemento dell’involucro dell’edificio sia eseguito correttamente.
I ponti termici sono erroneamente spesso associati ai vecchi edifici, nella maggior parte dei casi costruiti senza l’isolamento termico, mentre invece possono causare problemi ancor peggiori negli edifici più recenti.
Anche se quest’ultimi sono generalmente ben isolati, i ponti termici si verificano come conseguenza di una progettazione inadeguata e di dettagli mal realizzati che causano un’efficienza energetica minore.
Inoltre, poiché l’umidità dell’aria si condensa sulle superfici interne fredde, si traducono in condizioni di vita sfavorevoli consentendo la crescita di muffe. Questo avviene soprattutto in edifici con finestre ermetiche o senza ventilazione.

Regole per una facciata perfetta
Oggigiorno è difficile immaginare una facciata senza isolamento termico, poiché il trend globale delle costruzioni contemporanee si sta dirigendo verso edifici a efficienza energetica sostenibile.
Se ristrutturare la tua facciata non è un’opzione possibile, per motivi finanziari o estetici – patrimonio culturale o vicini in disaccordo – una soluzione parziale è rappresentata dall’applicazione dell’isolante termico dall’interno, migliorando così l’efficienza energetica dell’edificio. Sfortunatamente, dobbiamo considerare che questa opzione andrà a ridurre il nostro spazio utile.
Tuttavia, se hai intenzione di ristrutturare la tua facciata o costruire un nuovo edificio, dovresti considerare attentamente tutte le tue alternative. I massimi livelli di risparmio e di qualità di vita indoor possono essere raggiunti solo con un isolamento termico dell’edificio di alta qualità. In tal modo, potrai abbellire la tua facciata con qualsiasi rivestimento a tua scelta, magari con la pietra, ottenendo così un aspetto molto più estetico per il tuo edificio.

La soluzione FIBRAN
Per costruire in modo semplice e naturale l’involucro dell’edificio, FIBRAN propone due famiglie di sistemi complementari: uno a base cemento bianco autoclavato, SHERA, ed uno a base gesso con armatura speciale in fibra di vetro di colore verde FIBRANgyps NEXT.
I due sistemi, entrambi di qualità e prestazioni eccellenti, possono essere abbinati alle soluzioni di isolamento termico e acustico FIBRANgeo, ottenendo configurazioni personalizzate che rispettano i parametri di legge e i più alti standard di qualità e di estetica, in grado di rispondere a esigenze progettuali specifiche.