Isolamento acustico: come insonorizzare la tua abitazione

controsoffitto antisismico
Controsoffitto antisismico, la soluzione alle deformazioni generate dal sisma
01/04/2021
Isolamento acustico FIBRANgyspAdB

 

Sei stanco dei continui rumori che provengono dall’appartamento adiacente e dal frastuono del traffico?
E’ arrivato il momento di migliorare l’isolamento acustico della tua abitazione e ritrovare la quiete che meriti.

Per raggiungere un buon livello di isolamento acustico degli ambienti interni è necessario per prima cosa individuare la fonte principale del rumore e successivamente valutare la tipologia di intervento potenziando il potere fonoisolante, cioè la capacità di isolamento acustico di un divisorio, la cui unità di misura è il decibel (dB).

L’equazione è semplice: meno decibel e più silenzio.

Tipologie di intervento: riqualificazione o costruzione?

Un intervento di isolamento acustico può essere realizzato sia in fase di riqualificazione che nella costruzione di una nuova abitazione.
In entrambi i casi una soluzione costruttiva in cartongesso rappresenta la scelta più vantaggiosa sia in termini di budget che di tempi di realizzazione.
Inoltre, un altro aspetto positivo dei sistemi a secco è legato alla varietà di prodotto e alle relative prestazioni.
Si possono utilizzare lastre idrorepellenti ideali per l’ambiente bagno, ignifughe o che assorbono gli odori e gli elementi inquinanti dell’aria (VOC)  come quelle utilizzate per la realizzazione di Palazzo Marengo a Milano.

Così facendo si ottiene un triplice vantaggio:

  • isolamento termoacustico,
  • sicurezza,
  • salubrità dell’ambiente.

Intervento di isolamento acustico di pareti divisorie e perimetrali

Quando si parla di intervento di riqualificazione acustica generalmente si agisce su:

– pareti perimetrali (contropareti) per difendersi dai rumori esterni
– pareti divisorie per proteggersi dai vicini rumorosi.

L’intervento con le soluzioni in cartongesso consiste nel realizzare un’apposita struttura metallica in acciaio come base di sostegno per fissare o incollare le lastre direttamente alla parete. Tra le soluzioni FIBRAN per l’isolamento acustico degli ambienti, la nuova lastra FIBRANgyps AdB.

FIBRANgyps AdB: meno decibel, più silenzio

Dalla Ricerca e Sviluppo FIBRAN è nata FIBRANgyps AdB, un accoppiato costituito da una lastra in gesso rivestito A13 incollata a una speciale membrana fonoisolante in EPDM di soli 2 mm di spessore. Il sistema costruttivo con FIBRANgyps AdB, grazie alle elevate prestazioni fonoisolanti pari a 56 dB (decibel), può essere utilizzato per le contropareti o pareti divisorie della tua abitazione. In quest’ultimo caso è un’ottima soluzione per raggiungere la soglia richiesta per legge dal Decreto DPCM 5/12/1997.

FIBRANgyps AdB si caratterizza, oltre che per le elevate prestazioni fonoisolanti abbinate ad un bassissimo ingombro, anche per la facilità di montaggio:

  • applicabile con fissaggio al supporto metallico
  • maneggevole (bordi assottigliati e larghezza 1200 mm)
  • spessore minimo
  • facile da tagliare e leggera (13 kg al metro quadrato)

Se sei interessato ad un intervento di isolamento acustico e vuoi saperne di più sulla lastra FIBRANgyps AdB contatta il referente FIBRAN della tua zona e richiedi una consulenza personalizzata.