Controsoffitto antisismico, la soluzione alle deformazioni generate dal sisma

ecobonus
ECOBONUS 110% e Soluzione a secco
19/03/2021
Isolamento acustico FIBRANgyspAdB
Isolamento acustico: come insonorizzare la tua abitazione
13/04/2021
controsoffitto antisismico

 

 

Il territorio italiano è una delle zone sismiche più attive a livello Europeo.
Le recenti attività sismiche, si pensi al terremoto de L’Aquila nel 2009 e dell’Emilia nel 2012, ci ricordano quanto il nostro patrimonio edilizio sia vulnerabile. Per questo è importante e urgente metterlo in sicurezza, adeguando l’esistente e costruendo con responsabilità e criterio il nuovo.
Gli interventi di riqualificazione del patrimonio edilizio italiano riguardano non solo gli edifici residenziali, ma anche le scuole, gli ospedali e gli edifici industriali.

La legislazione antisismica italiana prescrive “norme tecniche in base alle quali un edificio debba sopportare senza gravi danni i terremoti meno forti e senza crollare i terremoti più forti, salvaguardando prima di tutto le vite umane.” [Fonte: Protezione Civile]
Questo ha portato a progettare e realizzare interventi di recupero e costruzioni nuove, più sicure e aperte all’uso di sistemi costruttivi innovativi come i sistemi a secco, che si caratterizzano per la leggerezza e l’elevata capacità di deformazione.

“…su 1.300 sismi distruttivi avvenuti nel II millennio nel Mediterraneo centrale ben 500 hanno interessato l’Italia..” [Fonte Wikipedia]

Controsoffitto antisismico a secco per tutelarsi dal sisma

I sistemi a secco sono per natura più leggeri ed elastici rispetto alle tradizionali tecniche costruttive, quindi maggiormente inclini a rispondere alle sollecitazioni generate da un evento sismico. Sono utilizzati per costruire elementi architettonici come pareti, contopareti e controsoffitti.
Per esempio, prendiamo il caso specifico di un controsoffitto. Il controsoffitto svolge diverse funzioni:

  • contenimento degli impianti
  • finitura delle superfici
  • miglioramento dell’isolamento termico
  • miglioramento acustico dei solai

Oltre a questi aspetti, i controsoffitti rivestono un ruolo importante per la sicurezza delle persone.

Cosa succede a un controsoffitto quando un edificio è soggetto a una sollecitazione sismica?
Quali sono gli aspetti da prendere in considerazione per la messa in sicurezza degli occupanti?
L’approccio migliore è prevedere, in fase progettuale, l’utilizzo di sistemi appositi come il kit per controsoffitti antisismici F-SEISMIC.

 

FIBRANgyps F-SEISMIC, kit per controsoffitto antisismico

FIBRANgyps-F-SeismicI controsoffitti, in caso di terremoto, devono poter assorbire l’azione sismica assecondando gli eventuali spostamenti dell’edificio e, in caso di cedimenti di porzioni di solaio, garantire tenuta e resistenza.

Il kit universale F-SEISMIC rappresenta una valida soluzione all’assorbimento delle deformazioni generate dal sisma. FIBRANgyps F-SEISMIC è stato concepito come un elemento unico ed universale per ogni tipologia di controsoffitto, offre un’elevata sicurezza alla sospensione per mezzo di:

  • diagonali, offrono una resistenza alla sollecitazione orizzontali
  • puntone centrale, contiene gli effetti delle azioni verticali

FIBRANgyps F-SEISMIC, kit per il controsoffitto antisismico, è stato testato presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II a cura del dipartimento di Strutture per l’Ingegneria e l’Architettura. Il test è stato eseguito per valutare la resistenza del sistema necessaria per le verifiche di cui al paragrafo 7.2.3 del D.M. 17/01/2018 “Aggiornamento delle Norme Tecniche per le Costruzioni” (NTC).

 

FIBRANgyps F-SEISMIC e Sisma bonus

In caso di ristrutturazioni l’utilizzo FIBRANgyps F-SEISMIC permette di accedere al Sisma bonus.
Il Sisma bonus è la detrazione fiscale riconosciuta ai contribuenti, che effettuano o hanno effettuato interventi edili per mettere in sicurezza gli edifici in zone ad alto rischio sismico.

L’agevolazione fiscale del Sisma bonus, in vigore dal 1° gennaio 2017, può essere usufruita per interventi realizzati su tutti gli immobili di tipo abitativo (non soltanto, come in precedenza, su quelli adibiti ad abitazione principale) e su quelli utilizzati per attività produttive. Per “costruzioni adibite ad attività produttive” si intendono le unità immobiliari in cui si svolgono attività agricole, professionali, produttive di beni e servizi, commerciali o non commerciali.

Il Sisma bonus spetta ai proprietari degli immobili e ai titolari di diritti reali/personali di godimento sugli immobili oggetto degli interventi e che ne sostengono le relative spese.

 

Per ricevere informazioni dettagliate su FIBRANgyps F-SEISMIC scarica le schede di montaggio o scrivi a tech@fibran.it