Bonus fiscali per le ristrutturazioni: come funzionano e tutte le novità 2018

Una facciata è più che l’aspetto carino di un edificio
03/07/2018
Un tetto per tutta la vita
08/09/2018

La Legge di Bilancio 2018 (Legge n.205/2017) ha introdotto importanti novità in merito alle detrazioni fiscali Irpef per chi ristruttura la propria abitazione, che sia una casa privata o un condominio.

Ecobonus 2018
Il bonus risparmio energetico, o Ecobonus, è un’importante agevolazione che permette ai contribuenti di beneficiare di detrazioni Irpef sulle spese sostenute per la riqualificazione energetica delle proprie abitazioni.
Come nel precedente, anche nel nuovo Ecobonus 2018 è possibile beneficiare di una detrazione del 65% per quanto riguarda gli interventi sull’involucro edilizio, la sostituzione di impianti di climatizzazione e la contestuale installazione di sistemi di termoregolazione.
Scende invece dal 65% al 50% la detrazione relativa alla sostituzione di serramenti, impianti di climatizzazione e schermature solari.
Per quanto riguarda i condomini, invece, l’Ecobonus Condomini (valido fino al 2021) prevede che per interventi eseguiti sulle parti comuni degli edifici condominiali, la detrazione rimanga al 70% nel caso di interventi che interessano almeno il 25% della superficie disperdente, e al 75% per i lavori che migliorano la prestazione invernale ed estiva (DM 26 giugno 2015).

Bonus Ristrutturazioni 2018
Il bonus ristrutturazione è un’agevolazione fiscale che permette ai contribuenti di beneficiare di detrazioni Irpef sulle spese sostenute per interventi di ristrutturazione edilizia.
In caso di interventi di ristrutturazione riguardanti abitazioni o parti comuni di edifici condominiali, nel bonus 2018 la detrazione rimarrà al 50%.
Sarà quindi possibile detrarre dall’Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) il 50% delle spese sostenute, con un limite massimo di 96mila euro.
Il bonus spetterà anche agli edifici danneggiati da calamità per la ricostruzione o il ripristino degli immobili danneggiati a seguito di eventi calamitosi.

Sismabonus 2018
Per gli interventi di messa in sicurezza antisismica degli edifici situati in zona sismica 1, 2 e 3 è possibile detrarre dall’Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) o dall’Imposta sul reddito delle società (IRES) le spese sostenute dal fino al 31 dicembre 2021, in percentuale variabile in relazione alla classe di rischio sismico raggiunta in seguito ai lavori.
La detrazione dovrà essere ripartita in cinque quote annuali di pari importo.
Il Sismabonus 2018 prevede percentuali di detrazione diverse sia per il tipo di abitazione che per la classe di rischio.
Nel caso di singole unità immobiliari, a destinazione residenziale o produttiva, si parte da una detrazione pari al 50% che può arrivare fino al 70% se l’intervento determina il passaggio a una classe di rischio inferiore, e all’80% se determina il passaggio a due classi inferiori.
In entrambi i casi il tetto di spesa è pari a 96mila euro.
Nel caso di edifici condominiali, invece, si parte da una detrazione pari al 50% che può salire al 75% se l’intervento determina il passaggio a una classe di rischio inferiore, e all’85% se determina il passaggio a due classi di rischio inferiori.
In entrambi i casi il tetto di spesa è pari a 96mila euro moltiplicato per il numero di unità immobiliari che compongono l’edificio.
Con il Sismabonus 2018 è prevista inoltre l’introduzione di un “Superbonus” per le spese relative agli
interventi sulle parti comuni degli edifici condominiali ricadenti nelle zone sismiche 1, 2 e 3, finalizzati congiuntamente alla riduzione del rischio sismico e alla riqualificazione energetica.
In questo caso la detrazione è pari all’80% se gli interventi determinano il passaggio a una classe di rischio sismico inferiore, all’85% determinano il passaggio a due classi inferiori.

Bonus verde 2018
Per gli interventi di sistemazione a verde (giardini, terrazzi, balconi, impianti di irrigazione, ecc.) il Bonus verde 2018 prevede una detrazione del 36% per le spese sostenute con un limite massimo di 5mila euro e valido solo per il 2018 e ad unità immobiliare.

La soluzione FIBRAN

EDIFICIO MONOFAMILIARE – INTERVENTO INVOLUCRO

COPERTURA INCLINATA VENTILATA IN LEGNO CON
ISOLAMENTO PORTANTE POSATO IN CONTINUITA’

BONUS 65%

EDIFICIO PLURIFAMILIARE – RIQUALIFICAZIONE ACUSTICA

ISOLAMENTO ACUSTICO DI UNA PARETE DIVISORIA A SECCO

BONUS 50%

SISTEMAZIONE A VERDE DI UNA COPERTURA PIANA

BONUS 36%